PEMA WOEBAR

PEMA WOEBAR2019-07-08T11:22:45+00:00

Introduzione

Nel Regno indiano di Mutik Sher, il Re malefico Longpe Choje era molto geloso del capo mercante, Norsang, un uomo molto dotato e intelligente. Il Re si sentiva talmente minacciato da Norsang, che volle sbara arsene, e gli fece intraprendere un viaggio impossibile per “l’Oceano Infinito” al fine di procurargli “il gioiello che esaudisce tutti i desideri”.

Il tempo passava e Norsang ovviamente non ritornava, e la sua bellissima moglie Lharing Dhamse fu sopraffatta dal dolore. Il Grande Guru, Padma Sambhava, notò la sua sofferenza, e provò una grande compassione per la donna. Emanò un raggio di luce nel corpo di Lharing Dhamse, che nove mesi più tardi partorì un figlio, Pema Wobar, il “Loto della Grande Luce”.

Trama

Pema Wobar non era un raga ino ordinario. Sin da piccolo dimostrava una forte dedizione verso la dottrina Buddista. La sua natura speciale non rimase nascosta a lungo e presto il malefico Re venne a sapere della sua esistenza. Preoccupato che un giorno Pema Wobar potesse diventare come il padre, mandò il giovane in tre diverse missioni. La madre di Pema Wobar era terrori ata al pensiero di perdere ancora una persona che amava , e chiese aiuto alle Dee. Le Dee le dissero delle difficoltà che il figlio avrebbe dovuto affrontare, e consigliarono a Lharing Dhamse di insegnare al figlio un mantra magico di protezione che le svelarono.

Con l’aiuto del mantra Pema Wobar portò a termine le difficilissime missioni ordinate dal Re. A quel punto il Re, smanioso di liberarsi di quell’essere soprannaturale, ordinò a due vicari di bruciare vivo Pema Wobar. Durante l’esecuzione, Pema Wobar, sdraiato su una pila di legna, continuava a recitare il mantra, che lo protesse dalle fiamme. I vicari erano terrori ati: il Re avrebbe potuto punirli fino alla morte se non avessero eseguito i suoi ordini. Pema Wobar, preso dalla compassione per i due vicari, decise di farsi ardere, e morì.

Le ceneri di Pema Wobar furono raccolte da alcune fate e gettate nel mare. Nel punto dove gettarono le ceneri, nacque un grande loto. Nel centro del fiore vi era un bambino, la reincarnazione di Pema Wobar. Il bambino era il grande Guru Padma-Sambava. Le fate quindi allontanarono il Re e i suoi malefici aiutanti con uno stratagemma.

Il Guru fu incoronato Re in un nuovo pala o, e molte persone accorsero per i festeggiamenti. Grazie al nuovo Re, il regno visse un lunghissimo periodo in gioia, prosperità e armonia.